SAB

Da Draghi a Patuelli

By 19 Agosto 2020 Ottobre 1st, 2020 No Comments

DL AGOSTO: PATUELLI, “COSTO DEL LAVORO E SUD LE PRIORITÀ” 

“PER OCCUPAZIONE E COMPETITIVITA’ VA FAVORITA LA CONCORRENZA” 

“Il costo del lavoro è un fattore per la competitività delle produzioni italiane sui mercati. Quindi e’ la priorità delle priorità. La pressione fiscale in Italia e’ anzitutto condizionata dal debito pubblico.

Per sviluppare l’occupazione e la competitività occorre favorire le possibilità concorrenziali delle imprese italiane sui mercati internazionali. Quanto al Mezzogiorno, c’e’ bisogno prima di tutto di forti investimenti infrastrutturali. Se riprendono il Mezzogiorno e le aree svantaggiate del Centro, riprende l’Italia intera”.

Così il presidente dell’ABI Antonio Patuelli, in un’intervista al Messaggero.

Il Mezzogiorno, aggiunge, è strategico: “Se il Sud corre, tutta l’Italia corre”.

Il punto dello stato dell’arte sul lavoro del sistema bancario: “Già a fine febbraio, prima che avesse inizio il lockdown, le banche avevano fatto uno sforzo straordinario con la moratoria concordata con le categorie economiche e i sindacati. Poi l’abbiamo accentuato in piena emergenza sanitaria. Da allora non ci siamo fermati. La Banca d’Italia ha rilevato che già a fine giugno, il primo mese dopo la fine del lockdown, i prestiti bancari erano cresciuti del 3,7% alle imprese e dell’1,6% alle famiglie rispetto a un anno fa. Inoltre aumentano ogni giorno le richieste delle banche al Fondo di garanzia: siamo ormai a 1 milione di pratiche, per 68 miliardi di finanziamenti. Quanto alle moratorie, cioè i rinvii delle scadenze dei prestiti, siamo vicini a 3 milioni di richieste”.

“Sul MES occorre un confronto sui testi normativi, senza pregiudizi – osserva – per cercare di utilizzarlo al più presto e senza rischi per il corretto funzionamento innanzitutto degli organi costituzionali della Repubblica”.

Mentre per il Recovery fund “occorre rifuggire dal superficiale e rischioso ottimismo ma anche dal pessimismo sterile e utilizzare tutte le possibilità di rilancio, anche correggendo difetti tradizionali”. (ANSA). Y99-PNZ 14-AGO-20 11:21


OTTIMO IL DISCORSO DI DRAGHI, MA MANCA LA CRITICA VERSO LA FINANZA”

Il segretario generale della Fabi commenta l’intervento dell’ex presidente Bce al Meeting di Rimin

Roma, 18 agosto 2020. “Ottimo l’intervento di Mario Draghi a Rimini. Ha parlato di futuro e dei giovani disegnando percorsi virtuosi e identificando tre virtù essenziali nella classe dirigente : conoscenza, coraggio, umiltà. L’unico aspetto che lascia perplessi è la mancanza di critica verso la finanza. Tutto il suo discorso poggiava sull’economia reale e sulla politica che oggi sono assolutamente subalterne alla finanza e fino a quando non si sanerà questa anomalia non ci sarà crescita e futuro per tutti, ma solo per pochi”. Lo dichiara il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, commentando l’intervento al Meeting di Rimini dell’ex presidente della Bce, Mario Draghi.


DRAGHI CHIUDE L’ERA DEI SUSSIDI


L’APPELLO ANTI-INCERTEZZA SCUOTE LE FORZE POLITICHE

Leave a Reply