SAB

Rinnovo CCNL
Contratto on the road

By 9 Aprile 2019 Maggio 5th, 2019 No Comments

Firenze – 8 Aprile 2019

Il segretario generale Fabi ospite della trasmissione Quarta Repubblica condotta da Nicola Porro. Al centro del dibattito, i rimborsi ai risparmiatori vittime delle truffe finanziarie: “Bisogna rimborsare tutti al 100%, bancari costretti a vendere prodotti rischiosi”.

Intanto Firenze ospita il segretario generale Fabi Lando Maria Sileoni e i segretari nazionali Franco Casini e Mattia Pari con una platea di oltre 200 dirigenti per l’evento toscano del tour “Contratto on the road”: il viaggio della segreteria nazionale sul territorio in vista del rinnovo del contratto nazionale di lavoro che riguarda, a livello nazionale, 300.000 lavoratrici e lavoratori, scaduto lo scorso 31 dicembre e prorogato al 31 maggio. In tutto 16 le tappe (dal 3 al 15 aprile) in cui il vertice dell’organizzazione illustra ai rappresentanti sindacali e ai dirigenti la piattaforma che sarà sottoposta ai bancari per l’approvazione prima di essere discussa al tavolo con l’Abi (Associazione bancaria italiana).

“Dobbiamo andare alle assemblee preparando le lavoratrici e i lavoratori bancari anche alla lotta” ha esordito il segretario generale. “Questa sarà la prima piattaforma rivendicativa e offensiva per tre motivi: il settore sta uscendo da una crisi che è durata anni, le banche sono tornate agli utili e distribuiranno ai loro azionisti importanti dividendi. Per questo siamo assolutamente legittimati a richiedere l’aumento economico di 200 euro che abbiamo inserito in piattaforma”. Sileoni ha quindi delineato il quadro e lo scenario all’interno del quale si muove la categoria con un importante passaggio generazionale nei gruppi di potere che controllano le banche con esigenze e distinguo a seconda dei vari gruppi. “Una cosa è certa – ha detto il segretario generale – e cioè che non permetteremo che passino concetti come il contratto ibrido o il salario a due velocità”. Per il sindacato è fondamentale non solo tutelare l’area contrattuale, ma anche ampliarla e adattarla ai tempi. “Incontri come questo – ha concluso Sileoni – sono fondamentali anche per arricchire le proposte che presenteremo ai lavoratori e per avere più idee e spunti. Il confronto è fondamentale perché senza di voi non saremmo niente”.

E infine: “Non delegheremo ad altri le scelte che riguardano il nostro destino”.

Poi la parola al segretario nazionale Mattia Pari che ha illustrato i punti principali della piattaforma che comprende diverse aree tematiche: occupazione, salario diritti e tutele. “Noi siamo consapevoli dei cambiamenti in corso nel mondo bancario e siamo pronti a discuterne con le banche – ha detto Pari – ma vedremo se loro saranno disposti, allo stesso tempo, a valorizzare le persone e il loro lavoro. In caso contrario dovremo essere pronti a conquistarci sul campo quello che ci è dovuto”.

“Oggi in toscana abbiamo circa 6.000 iscritti”, ha detto con orgoglio il segretario nazionale amministrativo, Franco Casini, ringraziando per l’ospitalità, per il lavoro sul campo svolto dai dirigenti toscani e sottolineando il ruolo trainante della segreteria generale e l’ottimo lavoro di squadra che si fa ad ogni livello in Fabi, a partire dalla comunicazione. Tanto si è fatto, ma tanto c’è ancora da fare e per raggiungere i propri obiettivi, secondo Casini, sono fondamentali incontri sul territorio come quelli previsti da “contratto on the road” per compattare le file, per avere momenti importanti di socializzazione e aggregazione: un confronto continuo e costante sulle dinamiche del settore, sulle urgenze e le necessità, sulla capacità di conoscersi e capire le priorità. E proprio su queste priorità, secondo i dirigenti presenti in sala, è stata cucita la piattaforma. Alternandosi al microfono i rappresentanti sindacali hanno riportato le parole dei colleghi, che incontreranno a breve durante le assemblee, raccontando alla segreteria nazionale i loro problemi quotidiani e le preoccupazioni. Su tutto, comunque, una convinzione: questa è una piattaforma concreta e vincente, una piattaforma che rappresenta e tutela la categoria. “Questo tour è un’idea brillante – ha detto il padrone di casa, il coordinatore Fabi Firenze, Leonardo Comucci – perché serve per confrontarsi con la segretaria nazionale in vista delle assemblee dei lavoratori, per spronarci alla battaglia che, presumibilmente, sarà lunga e difficile”.

NOTES ===>>>>            DELLE NOSTRE COSE CE NE POSSIAMO OCCUPARE SOLO NOI  !!!

  • LE BANCHE FARANNO PROPOSTE CONTRARIE ALLE NOSTRE
  • OCCORRE PREPARARE I COLLEGHI ANCHE ALLA LOTTA SE NECESSARIO
  • NELLE ASSEMBLEE DEVE ESSERE RIPORTATO CON CHIAREZZA LO STATO DELL’ARTE
  • PREPARIAMOCI TUTTI ALLA LOTTA: NON SARA’ FACILE, MA QUANDO VOGLIAMO SAPPIAMO ESSERE EFFICACI COME NEL RECENTE PASSATO
  • LA NOSTRA PIATTAFORMA E’ LEGITTIMAMENTE ACQUISITIVA
  • SE VERRANNO DISTRIBUITI FORTI DIVIDENDI SARA’ MERITO DEI LAVORATORI
  • NON DELEGHEREMO LA RESPONSABILITA’ DI QUESTA TRATTATIVA A NESSUNO
  • A MOLTI AD ALTRI INTERESSA L’EQUILIBRIO FRA DIVERSI SETTORI PRODUTTIVI, MENTRE PER NOI E’ IMPORTANTE MANTENERE L’EQUILIBRIO ALL’INTERNO DELLA NOSTRA CATEGORIA
  • SARA’ UNA TRATTATIVA DIFFICILE ANCHE PERCHE’ SIAMO IN UN MOMENTO DI PASSAGGIO GENERAZIONALE DEI PROTAGONISTI DELLA CONTROPARTE
  • SARA’ DIFFICILE ANCHE PER LA COMPETIZIONE SPINTA IN ESSERE FRA UN GRUPPO E L’ALTRO
  • RIPARTIRA’ PRESTO IL RISICO DELLE FUSIONI SOPRATTUTTO AD ALTO LIVELLO MA ANCHE NELLE BANCHE PICCOLE E QUESTO DISTRARRA’ NON POCO CON RICATTI E MANOVRINE
  • OGGI LE BANCHE SONO DIVISE, MA AL MOMENTO OPPORTUNO SI RICOMPATTERANNO
  • SAREMO LASCIATI SOLI DA TUTTA LA POLITICA: GOVERNO & OPPOSIZIONI
  • NO AL LAVORO IBRIDO: MOSTRO A DUE TESTE CHE MINEREBBE ALLA BASE LA NOSTRA CONDIZIONE DI DIPENDENTI E LE CONSEGUENTI TUTELE
  • NO AL MIX DI PARTE VARIABILE E FISSA DELLA RETRIBUZIONE: INSERITO NEL CCNL RAPPRESENTEREBBE UNA MUTAZIONE DEL NOSTRO DNA
  • IN QUESTA PIATTAFORMA IL LAVORATORE E’ POSTO AL CENTRO DEL RINNOVO CONTRATTUALE CON LA SUA PROFESSIONALITA’ E LA SUA DIGNITA’
  • QUESTA PIATTAFORMA DICE PRIMA CHI SIAMO E POI COSA VOGLIAMO: PIU’ DIRITTI E PIU’ TUTELE CON STOP DEFINITIVO ALLE PRESSIONI COMMERCIALI
  • I BANCARI CONTINUANO A NON ESSERE BENVOLUTI DALL’OPINIONE PUBBLICA IN UNA CONFUSIONE STORICA FRA IL LORO RUOLO E QUELLO DEI BANCHIERI
  • DOVRA’ ESSERE CURATO MOLTO BENE QUINDI ANCHE L’ASPETTO DELLA COMUNICAZIONE
  • VOGLIAMO ANCHE PER QUESTO CHE SIANO GIUSTAMENTE RISARCITI I CLIENTI TRUFFATI
  • ANCHE SE IL PROVVEDIMENTO DEL GOVERNO NON TUTELERA’ TUTTI ALLO STESSO MODO
  • FARO PUNTATO SULLE AGENZIE SPECIALIZZATE AL RECUPERO DEGLI NPL: SARANNO AGGRESSIVE NEL TERRITORIO E POTRANNO SPINGERE I CLIENTI ALL’USURA SE NON PEGGIO
  • LE NUOVE TECNOLOGIE SERVONO PER MIGLIORARE LA VITA DEI LAVORATORI NON PER I LICENZIAMENTI
  • SARANNO REGISTRATI TUTTI I PASSAGGI DELLE TRATTATIVE PERCHE’ CI SIA CONSEGUENZA FRA LE DICHIARAZIONI E I FATTI !!!
  • DOBBIAMO RAPPRESENTARE AL MEGLIO CHI RAPPRESENTIAMO E NON PERDERSI IN DISQUISIZIONI POLITICHE E IN CHIACCHERE
  • LA FABI NON SI PUO’ FAR DETTARE L’AGENDA DALLE CONTROPARTI E QUINDI E’ NECESSARIO IMPADRONIRSI SALDAMENTE DELLA PROPOSTA SINDACALE
  • OCCORRE METTERE CORRETTIVI AD ACCORDI NAZIONALI NON FIRMATI DALLA FABI PERCHE’ SBAGLIATI OPPURE A LEGGI DANNOSE: RECUPEREREMO AD ESEMPIO GLI EFFETTI DELL’ARTICOLO 18 COSI’ COME E’ GIA’ STATO FATTO NEL CCNL DELLE BCC
  • NONOSTANTE TUTTO CIO’ SIAMO CERTI CHE FAREMO UN CONTRATTO POSITIVO
  • LA CATEGORIA E’ UNITA E LE CARTE LE DIAMO NOI
  • NON CI SARA’ SOLO LO SCIOPERO, SE CE NE SARA’ BISOGNO (E CI SARA’ BISOGNO) MA METTEREMO INCAMPO TUTTA LA NOSTRA CONOSCENZA E LA NOSTRA PROFESSIONALITA’ NELL’ETICA CHE CI CONTRADDISTINGUE

 

ATTIVA QUESTO LINK E GUARDA IL SERVIZIO REALIZZATO DA FABI TV

http://www.fabi.it/news/news-in-evidenza/contratto-on-the-road-la-toscana-ospita-sileoni.html

LEGGI LA PIATTAFORMA DEL NUOVO CCNL

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SINDACATO AUTONOMO BANCARI DI PISA

Riprodotto in proprio 9 aprile 2019

Il Volantino

Leave a Reply